veleno-a-colazione

:-:La sapete quella delle due vecchie signore in villeggiatura sui monti Catskills e una dice: "Mamma, come si mangia male in questo posto!". "Oh sì, il vitto è uno schifo, e oltretutto ti danno porzioni così piccole!". Beh, questo è essenzialmente quello che io provo nei riguardi della vita (tratto dal film "IO e Annie", di Woody Allen.)

Tuesday, January 09, 2007

elogio a posteriori della signorina C.
Ci sono volte in cui il karma ha il suo perchè.
In cui il contrappasso dantesco finisce per avere ragione delle cose; il tempo non è galantuomo e la vendetta arriva con sorpresa quando non insomma, non te ne frga più nulla, di vendicarti e tutto sommato ti concedi una birra "di vittoria"
Conobbi la signorina C. in 2 superiore, io per vie traverse ero finito a fare le scuole a Venezia (no, non una scuola privata , una scuola pubblica, di quelle che si vantano di essere la "prima fondata a venezia" e un emerito chisennefotte e un treno di chissenefrega non ce lo mettiamo)Premesso che ero il compagno di banco del paria della classe e dell'altra parte del banco c'era l'altro paria (un pluribocciato sveglio quanto un piatto di fagioli con pancetta).
La signorina C, era in classe con me: ella era dotata di forte personalità, decisione e faccia tosta, tutte doti che io rispetto moltissimo in una donna, oltre ad essere discretamente tronco umano (non obesa, ma piazzata). Circondata da due amebe (signorina MG. e signoria Marta, basti dire che quando la conobbi C aveva sempre il cerchiello, e le sue amiche ancelle servette pure. Lei cambiò pettinatura per un caschetto da maschiaccio e subito le due "damigelle" si affrettarono a prenotare il parrucchiere; il mondo femminile si sa, è davvero strano.
Fatto sta che le stavo sul culo, vero è che nella mia esistenza ho sempre attirato odi viscerali e simpatie notevoli.
Insomma ero amico di Mss., ascoltavo metal, andavo decisamente maluccio a scuola, avevo anche il gel nei capelli (e solo a pensarci, mi vengono i brividi) tutte cose che lei sommava al fatto di andare in giro coi due paria della classe), vi cito solo due episodi:
1- campionato di pallavolo della scuola la nostra classe per de con quasi tutti, io alla fine di una partita dico una stronzata del tipo "vabbè succede", lei si volta con aria odiosa e mi dice "tu devi solo stare zitto".
2-interrogazione, dico una stronzata e vedo lei e amicha MG che mi guardano con aria di compatimento.
Peccato che le donne che mi trattano male mi siano sempre piaciute.
Insomma com'è, come non è , in 4 superiore la signorina sparisce, è andata in Ohio a fare un anno di studio in america; si farà viva solo con una lettera alla classe piena di stronzate, "make your parents proud, quanto mi diverto, non faccio un cazzo) salvo poi fare l'esame da privatista a giugno per recuperare l'anno speso a cazzegiare in USA: fu peraltro un anno per me favoloso perchè finii in banco con MG, e diventammo amicissimi.
Scoprii poi che non era una ameba, anzi era una gran brava ragazza, sveglia oltre che notevolmente carina.
LA MArta invece cambiò scuola, ma questa è un'altra storia.
Vi basti sapere che quando MG. fu messa incinta dal suo ragazzo e fece la maturità col pancione fu una sorpresa, ecco perchè piangeva ad aprile, ma anche questa è un'altra storia...
Fatto sta che l'ultimo anno C. tornò all'ovile, io avevo iniziato a fumare e lei mi squadrava come "drogato metallaro deficiente incapace".
Perchè questo post?
Dov'è la vendetta?
Io mi chiamo Giuseppe ma mi hanno sempre chiamato Beppe.
Lei adesso lavora Per Severgnini.
Beppe Severgnini.
Il suo capo le fa i cazziatoni (dio ti prego fa che glieli faccia), e lei inghiotte rospi.
La merda, data da uno col mio nome. Ora scusate, vado a farmi l'ennesima birra.

1 Comments:

Anonymous la salsa said...

scommetto che si chiama claudia.

11:19 PM  

Post a Comment

<< Home